William Hill ha fatto la transizione alle energie rinnovabili

William Hill ha fatto la transizione alle energie rinnovabili

Quotata alla Borsa di Londra, William Hill è un bookmaker britannico. L’azienda è stata fondata nel 1934 da William Hill e impiega circa 17.000 persone. L’azienda è un operatore leader e ha operazioni in tutto il mondo. Offre scommesse sportive online, giochi di casinò online e giochi di abilità. Anche il poker e il bingo online sono tra le sue offerte. Ha un canale via cavo dal 2004.

In un contesto generale in cui le questioni ambientali sono messe in primo piano, William Hill sta facendo strada verso il 100% rinnovabile per ridurre la sua impronta di carbonio. L’azienda ha firmato un contratto nell’ottobre 2020 per far sì che tutto il suo fabbisogno di energia elettrica sia soddisfatto dalle energie rinnovabili.

La fornitura di William Hill si basa su 3 fonti di energia verde

William Hill ha firmato un contratto con Total Gas Power (TGP). L’obiettivo del bookmaker è di ridurre la sua impronta di carbonio di circa 61.500 tonnellate nei 3 anni del contratto con TGP. Per mettere questo in prospettiva, il valore della riduzione è equivalente alle emissioni di 38.000 automobili o 16.667 voli di sola andata da Londra a Las Vegas.

Per raggiungere questo obiettivo, l’azienda si affida alle seguenti tre fonti di energia rinnovabile:

  • Energia solare: l’elettricità è generata utilizzando la luce del sole catturata dai pannelli solari;
  • energia eolica: l’elettricità è prodotta dalla forza del vento nelle turbine eoliche;
  • energia idroelettrica: l’elettricità viene prodotta nelle centrali idroelettriche utilizzando la forza dell’acqua.

Nuovi obiettivi quinquennali di riduzione delle emissioni di CO₂.

E questa decisione radicale di diventare verde è solo l’inizio. William Hill ha l’ambizione di diventare sempre più verde ed è pronto a fare di tutto per raggiungere questo obiettivo. Il suo direttore degli acquisti, David Medori, sta facendo il punto. In un comunicato stampa afferma che William Hill si sta concentrando sull’ambiente e sta puntando alla neutralità del carbonio. Ed è grazie a un ambizioso piano quinquennale che l’azienda intende raggiungere questo obiettivo lavorando sulla riduzione di CO₂ nell’energia, nei rifiuti, nei trasporti e nell’acqua.

Nel contesto attuale, sempre più aziende mettono la questione ambientale al centro delle loro preoccupazioni. Speriamo che questa iniziativa venga emulata da altre compagnie che potrebbero seguire le orme di William Hill.

Creazione di un sistema di gestione delle questioni ambientali

Per completare le sue iniziative ambientali, William Hill usa metodi di misurazione intelligenti nelle sue 2.000 sale giochi nel Regno Unito. Il consumo di energia delle varie macchine da gioco viene registrato e inviato a un centro di elaborazione. Questi dati vengono poi analizzati per garantire un controllo intelligente e per regolare il consumo.

Allo stesso tempo, il responsabile degli acquisti di William Hill è responsabile del “Forum di gestione ambientale”. Questo organo deve gestire e portare avanti ogni iniziativa e garantire che siano all’ordine del giorno del consiglio di amministrazione.

Il 2020 è stato un anno cruciale con:

  • Circa il 50% di riduzione di CO₂ rispetto al 2019;
  • Passare all’elettricità rinnovabile;
  • il lancio di un programma per distribuire contatori elettrici intelligenti per monitorare e regolare il consumo.

I tagli di CO₂ per il bookmaker britannico dovrebbero quindi logicamente continuare nel 2021 e 2022.