Il Pasino Drive: una soluzione innovativa del gruppo Partouche per superare la crisi

Il Pasino Drive: una soluzione innovativa del gruppo Partouche per superare la crisi

Lanciato nel 1973 da Isidore Partouche, il gruppo omonimo è una società Italianodi svago (casinò, terme, ristoranti, hotel) con 38 casinò in Francia e 42 in Europa. I “Pasinos”, nome coniato da Isidore Partouche, designano complessi dedicati al divertimento con giochi, spettacoli o spazi per eventi aperti a tutti.

Da un anno a questa parte, l’azienda, come i suoi concorrenti del settore, sta affrontando una crisi economica dovuta all’attuale situazione sanitaria. Pasino de la Grande Motte ha perso quasi la metà del suo fatturato durante l’anno 2020 a causa delle restrizioni legate alla pandemia Covid-19.

Il casinò in modalità drive Partouche

Per compensare una parte delle perdite legate alla sua chiusura, il Pasino de La Grande Motte nel dipartimento dell’Hérault ha istituito un sistema innovativo nel suo parcheggio, simile a un “drive”. Il concetto che rende orgoglioso il direttore di Pasino, Benjamin Abou, consiste in 17 tende riscaldate e decorate. Con accesso a bevande e macchine per il caffè, ospitano macchine da gioco che possono essere usate privatamente:

  • rotelle;
  • blackjack elettronico;
  • macchine da poker;
  • slot machine.

In breve, si tratta quindi di un mini casinò che attende i clienti (da due a cinque persone) nella tenda in modo che possano giocare godendo dello stesso comfort del casinò. All’arrivo, i clienti sono diretti verso uno dei 17 box dove parcheggiano la loro auto.

E, naturalmente, la sicurezza sanitaria è stata completamente pensata: tutto viene disinfettato tra ogni cliente che non ha contatti con il personale.

Una soluzione per mantenere i posti di lavoro

La maggior parte del personale del Pasino de La Grande Motte, 130 dipendenti, lavora a orario ridotto. Dopo 6 mesi di chiusura, la situazione è molto difficile. Con questa spinta, il Pasino de la Grande Motte spera di vedere la fine del tunnel. L’investimento per l’affitto delle scatole e il loro cablaggio è di 200.000 euro. Le macchine da gioco provengono dal casinò.

L’intero settore è fermo e non ha nessuna data o prospettiva di riapertura. Senza contare che questa chiusura di parecchi mesi preoccupa la direzione che teme che ritrovare il livello di frequentazione dei suoi casinò richiederà mesi, anche anni. La situazione è simile tra i gruppi concorrenti dove i licenziamenti sembrano essere sempre più imminenti.

Un’apertura in attesa di autorizzazione

Il gruppo deve ottenere diverse autorizzazioni per una cosiddetta apertura in deroga: quella della polizia del gioco, del municipio e della prefettura. Dopo una grande campagna di comunicazione, il Pasino Drive a La Grande Motte è pronto a partire e aspetta la convalida del prefetto. Senza questa luce verde, impossibile aprire questa unità.

Se l’idea è germogliata nella testa dei dirigenti di Pasino per offrire ai loro clienti una soluzione alternativa e mantenere l’attività, il gruppo spera anche di attirare nuovi clienti che generalmente non vanno ai casinò. I fondatori di questo casinò senza contatto, oltre a congratularsi per il suo carattere innovativo, ci credono fermamente. Tanto che il concetto è destinato a continuare dopo la crisi sanitaria. E chissà, forse emulerà anche il gruppo Partouche.